Tradizione e cultura nel gusto: arriva il “Torrone dei morti”


In ogni occasione, ci siamo sempre. Noi di Madò pasticceria online, quest’anno, abbiamo aperto le porte del nostro laboratorio anche ad un nuovo prodotto che vi lascerà senza parole. In occasione della giornata del 2 novembre, nota come la “Commemorazione dei defunti”, abbiamo deciso di sposare la tradizione, preparando per voi il “dolce tipico” di questo giorno, ovvero il torrone morbido al cioccolato. Non a caso, questo guscio croccante di fondente che avvolge un interno morbidissimo da sciogliersi in bocca, prende il nome di “Torrone dei morti”. I nostri mastri pasticcieri, però, si sono sbizzarriti ed hanno preparato anche tantissime varianti per i palati che amano sperimentare e darsi ai nuovi sapori. Allora cosa aspetti ad assaggiarli tutti?

Lasciati tentare dal gusto intenso. I nostri torroni, ottimi da spiluccare per merenda o come dolce fine pasto, sono preparati con metodi della pasticceria napoletana tradizionale, con prodotti di prima qualità ed interamente made in Italy. Ricoperti da un finissimo cioccolato fondente, tutti i nostri torroni (1kg) hanno un cuore morbido all’interno, che lo si può scegliere in diversi gusti: alle mandorle, al cioccolato con chicchi di caffè, al pistacchio con amarene, alla nocciola e al cioccolato bianco con frutta secca siciliana (Torrone alla cassata siciliana). Viene l’acquolina in bocca al solo pensarci, vero? Li puoi acquistare singolarmente, oppure, dato che noi di Madò vogliamo sempre accontentare il palato di tutti, puoi acquistare un mix (sempre da un 1k) in cui troverai, in porzioni uguali, un pezzo di ogni gusto. Be’ – recuperando la frase tipica dei fonzies – se non li provi tutti, godi solo a metà!

         

                                  

Scegli la professionalità e la sicurezza. Grazie alle nostre spedizioni in Italia e in tutta Europa, tutti potranno assaporare questa chicca della pasticceria napoletana, acquistandole comodamente dal divano di casa. I tuoi parenti lontani, così, potranno assaggiare le tradizioni della loro terra, sentendosi un po’ più a casa. Basta un semplice click e in 48h ore lavorative saranno nelle tue o nelle loro mani. La spedizione, poi, è in totale sicurezza: tutti i prodotti sono confezionati con refrigerato in box sigillate (scatola termica +5°) e il packaging, oltre ad essere curato in tutti i minimi dettagli (si sa, anche l’occhio vuole la sua parte), è in materiale riciclabile. Intanto che voi correte sul sito a scoprire questa delizia, noi vi lasciamo qualche piccolo consiglio per gustare al meglio i torroni: consumare entro 90 giorni dalla data di produzione, mantenuto in temperatura continua +5° e tenere lontano da fonti di calore.

CURIOSITÀ: PERCHÉ NEI GIORNI DEI DEFUNTI SI MANGIA E SI REGALA IL TORRONE?

In occasione del 2 novembre, c’è la tradizione di preparare dei dolci. Alcuni prendono la veste di biscotti, come le “fave dei morti” e le “ossa di morto”. Altri invece sono a base di pane come “le mani” e il “pane dei morti“. Poi ci sono quelli a base di marzapane come le “dita di apostolo” e la “frutta martorana“. La tradizione napoletana, invece, propone il cosiddetto “torrone dei morti” (torrone morbido, “muollo”) così denominato in onore di Antonio da Casoria. Il torrone rappresenta un omaggio simbolico ai defunti al fine di rendere più dolce il loro viaggio verso l’eternità. Secondo la tradizione un tempo il torrone veniva portato dai bambini sulle tombe nella credenza che i defunti, nella notte tra l’1 ed il 2 novembre, potessero tornare a fare visita ai nella stanza più bella una cena in loro onore composta da due fette di pane, un pizzico di sale, del limone ed un bicchiere d’acqua. I torroncini dei morti rappresentano, quindi, un modo di rendere omaggio ai defunti ed al contempo un modo per rendere più dolce l’idea della morte