Otto Marzo: la nostra torta mimosa un gesto d’amore per la Festa delle Donne


Oggi è la festa che si colora di giallo. Stiamo parlando della Festa delle donne che ricorre, ogni anno, l’8 Marzo. In questa giornata speciale che celebra quelle che Rita Levi Montalcini, definiva come la colonna vertebrale della società, molti regalano rose e mimose; ma perché non deliziare, oltre all’olfatto, anche il palato delle donne più importanti della nostra vita? Anche noi di Madò pasticceria online abbiamo preparato un dolce apposito per omaggiare le nostre mamme, le nostre figlie, le nostre nipoti e le nostre amate. Le donne per noi sono essenziali, sono coloro che ci generano e già questo è un motivo validissimo per donare loro un sorriso. Anche un semplice gesto, come quello di regalare loro una torta, può contribuire a spazzare via tutto il male che, purtroppo, molte donne subiscono, i pregiudizi che ancora oggi, per via di una società che spesso si mostra patriarcale, cadono sulle loro spalle. Quindi, uomini, cosa aspettate a visitare il nostro sito e scoprire cosa abbiamo preparato per le vostre donne?

I nostri pasticcieri hanno preparato la buonissima “Torta mimosa”: un morbido pan di spagna, farcito con le nostre fantastiche creme spalmabili, il tutto ricoperto con pasta di zucchero e granella di mimosa. Ma non è finita qui. Su questo prodotto abbiamo applicato anche il 30% di sconto. Inoltre, grazie alle nostre spedizioni in Italia e in tutta Europa, con un semplice click sul nostro sito, molti dei nostri clienti hanno fatto una vera e propria sorpresa di gusto alla propria donna che, per via della distanza, non vedevano da un po’. La nostra pasticceria, del resto, mira proprio a questo: a unire chi è lontano, ma vicino con il cuore. E, in questo senso, siamo contenti di esserci riusciti anche in questa occasione, avendo a qualcuno un momento di gioia, sentimento di cui si ha particolarmente bisogno, specialmente in questo preciso momento storico segnato dal Covid-19.

Vogliamo ricordare che la nostra torta mimosa è sempre disponibile sul nostro sito; questa scelta è simbolo di un messaggio che ci teniamo a lanciare: ama e, soprattutto rispetta, ogni giorno la tua donna e non solo l’otto marzo. Le donne non hanno bisogno di protezione ossessiva, ma di amore libero. Loro non hanno bisogno che tu le paghi la cena, ma che le guardi negli occhi quando si rivolgono a te. Loro non hanno bisogno che le procuri un lavoro, ma che tu sia lieto di ascoltare com’è andata la sua giornata. Loro hanno bisogno solo di essere sé stesse. Pensaci: Rubén Dario scriveva che senza donna la vita è pura prosa, tu scegli la poesia.

 

LE NOSTRE CURIOSITÀ

Perché proprio l'8 marzo si festeggia festa delle donne?

Spesso per spiegare l’origine e il motivo per cui la Festa della Donna si festeggia l’8 marzo è legato a un tragico evento accaduto che avrebbe avuto come protagoniste circa 134  operaie dell'industria tessile Cotton di New York, rimaste uccise in un incendio. In realtà la vera origine della Festa della Donna è legata al Partito socialista americano, che nel 1911 propose di celebrare una giornata interamente dedicata al ruolo e all’importanza della donna nella società. L’anno successivo venne rilanciata l’idea anche dall’attivista Clara Zetkin, che propose di fissare una data per celebrare questa festa. Inizialmente, comunque, non venne trovato un accordo sulla data in cui celebrare la figura della donna; negli Stati Uniti, per esempio, venne mantenuta l’ultima domenica di febbraio, mentre in altri Stati la festa della donna venne celebrata in occasione di altri importanti eventi storici tra il 18 e il 19 marzo 1911. La prima Festa della Donna a essere celebrata l’8 marzo fu quella del 1914, forse perché quell’anno era una domenica. Tuttavia, soltanto nel 1921, durante la Seconda conferenza delle donne comuniste, si stabilì l’8 marzo come data unica nella quale festeggiare la figura femminile. La data rimanda alla manifestazione contro lo zar a San Pietroburgo avvenuta nel 1917, alla quale presero parte diverse donne. In Italia si deve arrivare agli anni Settanta per vedere la nascita di un vero e proprio movimento femminista. L'8 marzo 1972 in Piazza Campo de Fiori a Roma si è svolta la manifestazione della festa della donna, durante la quale le donne hanno chiesto, tra le varie cose, anche la legalizzazione dell'aborto. Infine, nel 1977, l’ONU ha riconosciuto l’8 marzo come Giornata delle Nazioni Unite per i diritti delle Donne e per la pace internazionale.

Perché si regala la mimosa?

Il legame tra la Festa della Donna e la tradizione di regalare la mimosa esiste soltanto in Italia, mentre il fiore è diffuso in diverse zone del mondo. La mimosa è una pianta di origine australiana, importata in Europa all’inizio del XIX secolo. Solitamente si regala alle donne in occasione dell’8 marzo, in quanto il significato che gli Indiani d’America davano a questo fiore era legato alla femminilità e alla forza.